Quanto importante è la presentazione e l’allestimento di una vetrina per un marchio?

Abs Group conosce bene la risposta e da ormai 15 anni si è posta un obiettivo ambizioso: rivoluzionare il mondo dell’allestimento.

È con questi presupposti che la sfida tecnica e concettuale è stata accettata e poi vinta: oggi Abs Group può vantare il primato italiano nell’utilizzo del tessuto in ambito allestitivo.

Nel concreto si tratta di concetti e materiali semplici, che permettono risultati notevoli nel settore del retail e della comunicazione: tramite tessuti certificati a base di poliestere infatti l’azienda si è fatta largo in un universo di rigido Pvc e plastica, sfoggiando tutti i suoi punti di forza.

“Prima di tutto il nostro tessuto è un materiale morbido e flessibile, che garantisce un trasporto e un allestimento rapidi, senza bisogno di avvalersi di figure esperte” racconta Giorgio Grando, brand e product manager di Abs Group.

In secondo luogo, questa stoffa può arrivare a misurare ben 5 metri di larghezza, il massimo a livello europeo, grazie a macchinari e plotter sofisticati e di ultima generazione, che oltretutto permettono uno stampo e un taglio laser con margini di errore quasi nulli.

Le proprietà del prodotto su cui hanno scommesso i titolari di Abs poi sono molteplici: oltre alla comodità e alla versatilità tra utilizzo e logistica, il tessuto è inemagliabile e viene stampato con inchiostro ad acqua, quindi privo di metalli pesanti, e viene fissato tramite sublimazione sulle fibre tessili.

“Siamo sempre stati degli innovatori in questo ambiente e questo ci ha fatto sperimentare nuove soluzioni e progetti. Ci ha anche permesso di ottenere degli importanti riconoscimenti internazionali - continua Grando - partendo da gonfaloni e bandiere, siamo stati i primi a stampare in digitale su tessuto”.

Led, phygital e domotica: altre tre parole che ricorrono quotidianamente nel linguaggio di Abs Group e che preludono a uno sviluppo in costante elaborazione. “Con phygital intendiamo l’inserimento della tecnologia in un contesto di retail generalmente statico o meccanico, permettendo un’interazione multimediale reale tra lo spazio espositivo e l’utente” chiarisce Grando, sottolineando quanto importante sia per il settore del retail stare al passo con la tecnologia.

Tutto ciò che riguarda la domotica, come d’altronde tutta la filiera di Abs Group dalla progettazione alla sartoria, è pensato e portato a termine all’interno della struttura vittoriese: i reparti di elettronica e carpenteria garantiscono la creazione di tutti quei dispositivi luminosi che andranno poi posizionati dietro il tessuto stampato con un supporto leggero e non percettibile dall’utente a installazione effettuata.

A provare la brillante intuizione dell’azienda sono i numeri: il prodotto di Abs viene richiesto dai maggiori allestitori dei marchi italiani e mondiali, portando così al massimo la potenza di stampa che arriva a toccare gli 800 metri quadri all ora, cosa che traghetta l’azienda su una fascia di lavoro altamente produttiva, con ben 200 mila metri quadrati annui di tessuto stampato.

D’altronde, ricorda Grando, gli ambiti da coprire sono molteplici: dal retail alle fiere, agli allestimenti di show room, e negli ultimi tempi anche all’arredamento di interni: “Sperimentiamo e ci fissiamo sempre nuovi obiettivi, senza dimenticare di orientarci verso progetti sostenibili per l’ambiente. Siamo certi che il nostro campo ci riserverà ancora molte sorprese e soddisfazioni”.

 

(Fonte: Alice Zaccaron © Qdpnews.it).
(Video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it