Ci eravamo lasciati con la desolazione dei manifesti del torneo internazionale di judo strappati e accatastati alla Zoppas Arena, e lo sconforto di una manifestazione, la prima in Italia, interrotta a metà dalle disposizioni del Governo, tra le proteste di atleti e federazione.

Ritroviamo il presidente e maestro del Judo Aikido Vittorio Veneto Gianpietro Vascellari, 71 anni, (nella foto) che nel frattempo ha rafforzato la sua cintura biancorossa, che si ottiene con il 6. Dan, ed è stato promosso al 7. Dan proprio in questi giorni.

Un risultato che lenisce almeno in parte il dispiacere del “torto” subito con l’annullamento del Torneo internazionale, e che è stato accolto con grande soddisfazione dal Maestro e da tutto l’entourage del Judo Vittorio Veneto che ha inondato di congratulazioni il profilo Facebook del maestro che ha dato la notizia proprio oggi.

Come si sa ad ogni grado (Dan) di cintura corrisponde un programma tecnico di conoscenza teorica e pratica e un altrettanto comportamento, improntato come vuole l’arte marziale del judo sull’esempio per gli atleti con minori conoscenze.

In tutti i casi devono essere contemplate alcune caratteristiche fondamentali per poter praticare a lungo il judo e arrivare ai traguardi dei maestri come Gianpietro Vascellari: vale a dire costanza, impegno, dedizione, passione e sacrificio.

Difficile trovare le parole - dice il Maestro Vascellari. fondatore della società - per questo riconoscimento. E’ il coronamento di una intera vita di dedizione e passione che pure non ha pesato, è una gioia. Fa molto piacere evidentemente, è uno stimolo ulteriore”.

Ad assegnare il 7° Dan è stata la Federazione con decisione “Motu proprio” con la seguente motivazione: “Quale riconoscimento della pluridecennale e meritoria opera da Lei svolta in favore del Judo italiano, e in considerazione delle tante e particolari benemerenze acquisite attraverso il sempre costante e qualificato impegno per lo sviluppo tecnico e la diffusione della nostra disciplina. Il conferimento rappresenta il più alto e prestigioso riconoscimento sportivo e corona ed onora nella maniera più degna la lunga militanza sportiva e la Sua dedizione verso il Judo italiano”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Judo Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it