Ecco la Bottiglia della Confraternita 2020. È stato selezionato il Valdobbiadene DOCG creato dal confratello Massimo Geronazzo e rappresenta il meglio della produzione.

Delinea un territorio, esprime un’identità, intrecciando saperi e sapori. La bottiglia della confraternita, secondo una tradizione consolidata e una prestigiosa consuetudine di inizio primavera, coagula intorno a sé l’interesse del mondo enoico, essendo veicolo e summa della qualità di un prodotto di eccellenza: il Valdobbiadene Docg.

In seguito a una degustazione alla cieca i confratelli enologi hanno individuato la bottiglia che meglio sintetizza e racconta l’annata vendemmiale 2019: ogn’una delle cinquemila etichette, rigorosamente numerate, sarà contrassegnata dal logo della Confraternita di Valdobbiadene, che si rende così ambasciatrice nel mondo dei valori e della cultura di un territorio che, a ragione e con orgoglio, può vestire il blasone dell’UNESCO.

La Confraternita di Valdobbiadene, consapevole del tragico momento e delle ricadute che certamente l’emergenza sanitaria avrà sul comparto vitivinicolo, non ha voluto rinunciare alla selezione.

La bottiglia, oggi più di sempre, diventa veicolo per il consumatore e punto di riferimento per la conoscenza del Valdobbiadene Docg. Della distribuzione della bottiglia della selezione si farà carico l’azienda Santa Eurosia di San Pietro di Barbozza di Valdobbiadene.

Prosegue la raccolta di fondi, avviata dalla Confraternita e dalla sua fondazione, a favore delle strutture sanitarie del Veneto, in prima linea nella lotta al coronavirus.

I versamenti vanno effettuati nel conto corrente appositamente aperto presso la filiale di Valdobbiadene di Volksbank e intestati a: Confraternita di Valdobbiadene IBAN IT37 V058 5662 1501 0057 1442 606 Causale: Sostegno Emergenza Coronavirus.

(Fonte e foto: Confraternita di Valdobbiadene).
#Qdpnews.it