L’emergenza Coronavirus non ferma la creatività degli iscritti alla prossima edizione della Tiramisù World Cup, che stanno approfittando dell’isolamento domiciliare per allenarsi in vista della competizione più golosa della Marca Trevigiana, capace di coinvolgere appassionati di tiramisù da tutto il mondo.

Da Valdobbiadene a Pieve di Soligo, senza dimenticare i cittadini di Treviso e di altre località della provincia trevigiana, non mancano le sperimentazioni per ricette sempre più creative e tentavi di presentare un tiramisù, nel rispetto della ricetta originale, come solo le nonne sanno fare.

Grazie ai social diventa tutto più semplice, con condivisioni di foto e di ricette nei profili Facebook o Instagram personali o in gruppi creati appositamente per questa occasione.

Per la Tiramisù World Cup, infatti, si creano dei veri e propri team, anche con concorrenti provenienti da diverse regioni, con agguerritissimi coach che studiano le strategie migliori per far sì che i componenti della loro squadra possano raggiungere traguardi sempre più importanti.

In questo momento difficile per la nazione, con continue notizie negative che rimbalzano da una televisione all’altra, senza dimenticare i social, il web e le radio, c’è tanto bisogno di leggerezza e di positività e un dolce come il tiramisù è capace di regalare qualche attimo di spensieratezza.

Gli organizzatori della Tiramisù World Cup, inoltre, sono al lavoro per l’edizione 2020 che, anche grazie alle proposte social, sta creando ancora tanto interesse per un dolce e per un’iniziativa che hanno conquistato il cuore e il palato di tanti appassionati.

“Nonostante questa emergenza che coinvolge tutti noi, abbiamo continuato l’organizzazione della Tiramisù World Cup 2020 e già molti sono gli iscritti che si stanno allenando in vista delle selezioni - racconta Francesco Redi, fondatore di Twissen e organizzatore della rassegna -. Ovviamente, la parte del leone spetta ancora ai concorrenti trevigiani, che non vogliono certo far mancare la loro presenza nel Gran Final, magari riportando il titolo di Campioni nella Marca”.

“Con discrezione - prosegue Redi -, intanto, abbiamo lanciato le iniziative nei nostri social-network a cui in moltissimi hanno risposto, forse perchè proprio le circostanze spingono a cercare qualcosa di spensierato, di dolce, mentre si resta in casa. Abbiamo da poco concluso il contest su Instagram in cui abbiamo premiato “il tiramisù più fotogenico”. Gli autori dei tre migliori tiramisù postati saranno nella giuria della prossima edizione della Tiramisù World Cup”.

“Siamo quotidianamente in contatto con la nostra community e i nostri campioni - conclude - In particolare, siamo vicini a Sara Arrigoni (Campionessa della Tiramisù World Cup 2019, ricetta creativa) della zona di Bergamo: a lei e a tutte le zone maggiormente colpite dall’epidemia va l’“in bocca al lupo” da parte dell’intero staff di Twissen. Sono sicuro che ne usciremo più forti di prima, con una grande voglia di ripartire e con l’entusiasmo di rimetterci ancora in gioco”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it