Molte volte guardiamo ai viaggiatori ed esploratori con un’aria di curiosità e ammirazione, c’è chi li ricorda tra i grandi del passato altri che li immaginano come personaggi solitari che macinano chilometri e chilometri alla ricerca di posti incontaminati e culture lontane.

Lui è “Marfil.Overland” nei social, nella vita Filippo Antonio Marsura, un ragazzo di 23 anni, di Sernaglia della Battaglia, con la passione per il viaggio e per la fotografia.

Da sempre appassionato di montagna ha cominciato a viaggiare in giro per l'Europa esplorando molte nazioni tra cui Austria, Rep. Ceca, Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, isole Faroer, Islanda, Germania, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Francia, Inghilterra, Irlanda (nord e sud), Svizzera e noi di Qdpnews lo abbiamo incontrato tra le montagne del territorio dell'Alta Marca, precisamente a Malga Mont.

Filippo Marsura

“Nella vita sono un operaio ma quello che sento di essere veramente è un viaggiatore con la passione della fotografia e della montagna, quando raggiungo posti come questo, a quest’ora quando non c’è nessuno, mi sento libero” racconta Filippo Marsura

Il viaggio più bello che ho fatto è stato anche l'ultimo, - continua Marsura - sono partito ad inizio agosto 2019 e sono rientrato a febbraio 2020, appena prima dell’emergenza Coronavirus. Dall’Italia la mia prima meta è stata la Repubblica Ceca, dove ho parenti, sono rimasto li una settimana e poi sono ripartito verso nord e verso il mio obiettivo che era Capo Nord”.

Capo Nord (Nordkapp in norvegese) non una meta qualunque ma un punto di arrivo per molti viaggiatori, rappresenta il punto più a nord d'Europa, è un promontorio che si trova sulla punta nord dell'Isola di Magerøya nella parte più settentrionale della Norvegia che si affaccia sul mare glaciale artico. Uno dei luoghi magici, a quelle latitudini, dove si può ammirare il sole a mezzanotte e la famosa aurora boreale.

L’aurora boreale l'ho vista quando ero sulle Isole Lofoten precisamente a Reine, secondo me l'aurora è il fenomeno naturale più bello ed emozionante di tutti - spiega il viaggiatore - Dall’orizzonte oltre il mare è spuntata, ad un certo punto, questo fascio di luce colorata nel cielo, una sensazione indescrivibile assistere a questa magia che auguro a tutti di poter vedere almeno una volta nella vita”

A fargli compagnia come compagno di viaggio il suo fuoristrada, una vettura rialzata e preparata per affrontare qualsiasi tipologia di percorso e terreno, l'interno è stato “camperizzato” ovvero organizzato per poter diventare una vera e propria casa su quattro ruote con tanto di letto, possibilità di cucinare e ricavare energia attraverso un pannello solare sul tetto.

Nel suo ultimo viaggio in nord Europa ha utilizzato il Land Rover Freelander, mentre ora sta usando un Land Rover Discovery che sta finendo di preparare e allestire. Solitamente per le sue uscite porta un tavolino da campeggio e un fornelletto da campo per poter campeggiare dove si trova.

“Mi sento fortunato a vivere in queste zone cosi vicine alla montagna - conclude Filippo Marsura - Ho viaggiato tanto, per tutto il nord Europa, ma devo dire che le montagne più belle ce le abbiamo noi qui a pochi passi da casa e sono le dolomiti. Il trucco per non trovare nessuno è venire durante la settimana o nel weekend quando i turisti se ne tornano a casa”.

Uno stile di vita quello del viaggiatore che da secoli affascina lettori e scrittori con racconti di viaggi e avventure in giro per il mondo, un senso di libertà che non può essere racchiuso tra le pagine dei libri e questo Filippo Marsura lo ha capito bene.


(Fonte: Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it