C’è poca voglia di festeggiare il Capodanno Lunare nella comunità cinese del Veneto dopo le ultime notizie arrivate dalla Cina, completamente destabilizzata dagli effetti del “coronavirus”.

Il numero dei morti ha superato le 40 unità e sono circa 35 milioni le persone letteralmente bloccate nell’area del contagio, con più di 1300 casi acclarati.

Le cause del contagio non sono ancora molto chiare: sembrerebbe che lo stesso si sia diffuso da un laboratorio della città di Wuhan e non da un mercato ittico, mentre qualche giorno fa si parlava della “responsabilità” dei serpenti ai quali il virus sarebbe stato trasmesso dai pipistrelli.

In ogni caso, in pochi hanno voglia di pensare ai festeggiamenti per il Capodanno Cinese e molti luoghi sono stati chiusi al pubblico: da alcune parti della Grande Muraglia a Disneyland Shanghai fino ai trasporti pubblici bloccati in diverse città (di seguito il video dei festeggaimenti dell'anno scorso, nella città di Padova).

A Wuhan è addirittura in corso la costruzione di un nuovo ospedale, utile a tamponare l’emergenza, mentre in Europa cresce la paura visto che il governo francese ha confermato il terzo caso di contagio con alcuni pazienti in isolamento a Bordeaux e Parigi.

In Italia queste notizie hanno allarmato tante persone e non mancano le perplessità legate ai festeggiamenti per il Capodanno Cinese, la festa più importante per la grande nazione asiatica.

Da via Paolo Sarpi a Milano, passando per la capitale e per la Toscana, sono molte le iniziative per festeggiare l’anno del topo anche in Italia.

Il Quotidiano del Piave ha avuto la fortuna di approfondire e vivere direttamente l’atmosfera legata a questa incredibile festa partecipando all’edizione 2019 del Capodanno Cinese di Padova, promosso dall’Istituto Confucio all’Università di Padova.

Abbiamo deciso di riproporre il video realizzato l’anno scorso come segno di vicinanza al popolo cinese che, quest’anno, festeggerà con tanta tristezza nel cuore per quello che sta avvenendo.

Quest’anno è l’anno del topo e per i cinesi i nati sotto questo segno sono sensibili, intelligenti, dinamici e capaci, adattandosi alle più svariate situazioni.

Sempre secondo la cultura cinese, si tratta di persone che aiutano volentieri gli altri, trattandoli con modi gentili e con il sorriso in volto. I nati sotto il segno del topo hanno molti amici, dei quali solo pochi veramente aperti e sinceri, e sono persone che non si lasciano abbattere dagli insuccessi.

Per quanto riguarda il matrimonio, la donna del topo è fortunata se, negli anni della scimmia, sposa un uomo del bufalo. L’uomo del topo, invece, sarà felice se sposerà una donna del drago, del bufalo o della scimmia.

Nella vita della persona del topo ci sono molti fili contorti e, durante gli anni del serpente, c’è qualche possibilità di guai. L’infanzia dei nati nel segno del topo è segnata da frequenti malattie mentre la vita adulta è allietata da molta ricchezza.

Questo dice la tradizione cinese in merito al segno protagonista di questo nuovo anno che inizia con tante difficoltà per la Cina, una grande nazione che ambisce a diventare la vera protagonista del 21esimo secolo, nonostante i contrasti che la affliggono.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it