Ieri, martedì 15 ottobre 2019, il vescovo di Vittorio Veneto, Corrado Pizziolo, ha incontrato Ait Alla Lhoussaine (nella foto), presidente della Federazione Regionale Islamica del Veneto.

Un incontro importante per costruire un vero e proprio “ponte tra le fedi” con la speranza di un dialogo concreto tra islam e cristianesimo.

“Un bell'incontro di lavoro e conoscenza - ha dichiarato Ait Alla Lhoussaine - con il vescovo di Vittorio Veneto. Sua eccellenza è veramente un grande uomo per il dialogo e lo scambio tra le fedi. Con lui si può discutere seriamente delle grandi sfide che interessano questo periodo così delicato”.

La Federazione regionale islamica del Veneto ha deciso di impegnarsi per creare occasioni di dialogo tra musulmani e cristiani anche in provincia di Treviso.

Forti dell'esperienza degli eventi organizzati nella diocesi di Belluno, i membri della Federazione Regionale Islamica del Veneto vogliono creare occasioni di confronto e di dialogo anche con le realtà religiose e civili del trevigiano.

I pregiudizi sull'islam - prosegue il presidente Ait Alla Lhoussaine - si possono abbattere grazie alla conoscenza favorita da incontri di approfondimento che puntino anche sugli aspetti in comune fra le diverse religioni”.

“Proprio per questo - conclude il presidente della Federazione Regionale Islamica del Veneto - sabato 26 ottobre, alle ore 17.30, all'auditorium "Battistella Moccia" di Pieve di Soligo ci sarà un importante convegno, con ospiti di prestigio, sulla figura di Maria nel Corano e nel Vangelo. Per questo, ringrazio i Comuni di Pieve di Soligo e di Valdobbiadene oltre al Movimento dei Focolari. A causa di altri impegni presi in precedenza, il vescovo di Vittorio Veneto non sarà presente ma sono sicuro che non mancheranno altre occasioni per promuovere insieme un sano e fecondo dialogo all'insegna del rispetto reciproco e dell'amicizia”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Federazione Regionale Islamica del Veneto).
#Qdpnews.it