Filippo Gallina ha 34 anni, originario di Caerano ma residente a Biadene, sposato con una figlia, e di mestiere fa lo stilista di scarpe per “Scarpa”.

Fin da bambino però ha una grande passione: gli aquiloni. Oggi Filippo è uno dei più famosi “aquilonisti” al mondo, posizionandosi tra la quinta e la decima posizione tra coloro che creano e fanno volare questi oggetti che fanno sognare bambini e adulti.

Nel garage di casa sua, a Biadene, ha realizzato il laboratorio, dove taglia e cuce le stoffe che poi userà per le sue creazioni.

“Una passione che si è consolidata circa 20 anni fa – racconta Filippo Gallina – Da bambino mio papà (Nedo Gallina, responsabile dell’Unità cinofila di soccorso a Caerano) mi regalò un acquilone con le stecche che però non sono mai riuscito a far volare. A Bibione, dove andavamo in vacanza, conobbi un ragazzo appassionato di aquiloni e da lui imparai molto. Comprai aquiloni acrobatici a due cavi e iniziai a partecipare ai festival, conobbi altri aquilonisti e iniziai a costruirmi i modelli classici con le stecche”.

Caerano cacciatorediaquiloni 210521 2

Poi, però, Filippo Gallina inizia ad appassionarsi agli aquiloni tridimensionali: “Nel 2001, al Festival di Cervia, uno dei più importanti a livello internazionale – spiega Filippo -, vidi gli aquiloni giganteschi del neozelandese Peter Lynn, decisi che quella era la mia strada. Iniziai a fare piccoli modelli, poi sempre più grandi. Così inizia a girare i vari festival, da Doha a Berlino, alla Francia. Per quest’anno ho già inviti in India, terra degli aquiloni, dove è una sorta di sport nazionale e il festival dura 11 giorni. Bisognerà vedere con il Covid se potrò andare. Poi ho inviti in luglio in Ucraina, quindi ci sarà Cervia, ma anche Weifang, in Cina. Questa passione mi ripaga consentendomi di girare, tutto spesato per me e la famiglia, per tutto il mondo”.

Filippo poi ci mostra come nasce un grande aquilone, dalla macchina da cucire dentro il suo garage.

Prima di arrivare alla realizzazione definitiva realizza prototipi in scala e con la manta è già arrivato a 18. Solo raggiunta la perfezione realizzerà il tutto, semplicemente aumentando la scala.

La stoffa per realizzare gli aquiloni costa dai 6 ai 7 euro al metro. Per realizzare Casper e la Tartaruga (che potete ammirare nel video), sono stati necessari rispettivamente 200 e 400 metri quadrati di stoffa e, come si può vedere, sono talmente grandi da poterci stare tranquillamente in piedi all’interno.

(Fonte: Flavio Giuliano© Qdpnews.it)
Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it